Benefici

I Benefici delle Piante Medicinali

Per curare i disturbi pių comuni generalmente vengono usate piante medicinali sotto forma di infusi conosciuti anche con il nome di tisane (da preparare versandole nell'acqua bollente) o sotto forma di compresse e decotti (la pianta, spesso radici o semi, č immersa in acqua tenuta in ebollizione per un tempo specifico).

Teniamo a sottolineare che per qualsiasi cura č consigliato rivolgersi a un medico, cosė come accade per i farmaci, o a un erborista esperto in grado di predisporre i rimedi naturali pių adatti per la soluzione al problema.

Tra le piante medicinali pių antiche si fa il nome della menta (Mentha piperita) le cui foglie sono benefiche per la prevenzione dei malanni del freddo in quanto esercita una azione positiva sulle mucose respiratorie; la menta č altresė conosciuta per i suoi effetti calmanti e sedativi nell'ipotesi di mal di testa e dolori muscolari.

Molti sostengono che l'infuso abbia maggior effetto se mescolato con il sambuco (Sambucus nigra) i cui fiori hanno un'azione emolliente, purgativa e diuretica.

In caso di raffreddore si rivela efficace il timo (Thymus vulgaris) ritenuto uno dei maggiori antisettici naturali, espettorante contro bronchite e tosse; la lavanda (Lavandula officinalis) gode di un aroma calmante ed č indicata per problemi legati allo stomaco a causa del nervosismo.

Grande riscontro hanno i fiori di Bach che prevedono l'utilizzo di piante curative a seconda del malessere, spesso emotivo o psicologico; Bach, il medico che ha preso in considerazione tali soluzioni, ha dato vita a trentotto rimedi naturali ciascuno di essi associati a disturbi come paura, solitudine, apatia e insicurezza.